Head shop Monza

Cannabis trade

Avete mai sentito il termine Head shop Monza? Si può intuire che si tratti di un negozio ma cosa vendono? Un head shop è un negozio specializzato nella vendita di accessori legati al consumo di cannabis legale e più in generale al consumo di tabacco.

Head Shop Monza uno negozio particolare!

Head shop Monza

 

Ma allora un Head Shop è una tabaccheria? No, non esattamente! Una tabaccheria vende tabacchi e accessori per fumatori, un Head Shop vende solo accessori per fumatori! Un Head shop non vende tabacco ma ha un assortimento completo di accessori per fumatori. In questi negozi si può trovare un vasto assortimento di articoli dedicati:

  •         BONG-PIPE (vetro-metallo-legno)
  •         CILUM-GRINDER (metallo-legno-bio canapa)
  •         GRINDER CARD
  •         CARTINE
  •         FILTRI
  •         BLUNT
  •         ACCENDINI
  •         VAPORIZZATORI
  •         SCATOLE E ASTUCCI
  •         CIOTOLE e MISTIERE
  •         VASSOIO DI METALLO
  •         POSACENERI

Ma se non vende tabacco a cosa serve vendere accessori per fumatori? Quest negozi non vendono tabacco ma infiorescenze di cannabis legale, che possono essere riscaldate con i tipici accessori da fumatori. Una volte riscaldate queste infiorescenze rilasciano il CBD, una sostanza naturale che ha una serie di effetti a dir poco miracolosi tra cui ricordiamo i principali:

  •         Rilassanti.
  •         Analgesici.
  •         Antiemetici.  
  •         Anticonvulsivanti.
  •         Anti distonici.
  •         Antiossidanti.
  •         Antinfiammatori.

Le proprietà terapeutiche della canapa non si fermano qui, ricordiamo che favorisce il sonno ed è distensivo contro ansia e panico.

Esistono varie modalità per assumere CBD e un Head Shop è il posto giusto dove trovare tutte le metodologie per farlo. In questi shop si trova un vasto assortimento di articoli dedicati alla trasformazione del CBD.

Il CBD nelle infiorescenze è presente sotto forma di acido il CBDA, sotto l’effetto del calore e grazie al processo di decarbossilazione, viene trasformato nel cannabinoide puro.

E se non fumo? Come faccio?

Io non fumo, come faccio

Bruciare le infiorescenze non è l’unico modo per estrarre il CBD dalla canapa ma di sicuro è il metodo meno salutare visto che la combustione sprigiona sostanze cancerogene. Tuttavia non è l’unico modo per estrarre il CBD, ad esempio si può vaporizzarla.

Questo è considerato uno dei metodi più sicuri che consiste nel riscaldare le infiorescenze fino a consentire il rilascio dei cannabinoidi sotto forma di vapore. Un procedimento semplice che, a differenza della combustione, richiede basse temperature d’esercizio; andando ad eliminare i sottoprodotti nocivi del fumo. Oltre a questo il processo di estrazione consente di mantenere più alte le concentrazioni di cannabinoidi.

 

Si può anche mangiare!

Canapa da mangiare

Ebbene si può anche mangiarla e a dirla tutta è anche il modo più gustoso di assunzione! Realizzare torte, biscotti, pizze o altro come tisane, infusi o ancora consumala sotto forma di olio cambia la prospettiva per chi non fuma o non vuole vaporizzarla.

L’assunzione di canapa per bocca è differente rispetto ai metodi tradizionali soprattutto per le tempistiche. Se si ingerisce, gli effetti sono rallentati rispetto ad esempio, a fumarla. Gli effetti si manifestano a seguito della digestione quindi parliamo di una o due ore però il vantaggio è che durano molto di più all’incirca 8h.

Una cosa molto importante è cucinare sempre i prodotti che si stanno preparando, il calore è fondamentale per il rilascio dei cannabinoidi!

Se state cercando un valido referente in zona per gli accessori legati alla canapa, digitando Head shop Monza, troverete una serie di riferimenti utili di esercizi che offrono un ampio assortimento e soprattutto dei preziosi consigli, per incominciare ad utilizzare questa risorsa naturale!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*