HPS lampade Monza

Siete interessati a saperne di più sulle lampade al Sodio e trovare un referente per la zona di Monza? HPS lampade Monza è una ricerca che può darvi una mano a capire qualcosa di più su queste lampade e sul loro utilizzo.

HPS lampade Monza, ecco cosa dovete sapere!

HPS lampade MonzaLe lampade al sodio furono inventate nel 1920 e prodotte per la prima volta da Philips in Olanda nel 1932. Esistono due tipi di lampade al sodio: bassa pressione (LPS) e alta pressione (HPS). Queste lampade sono utilizzate principalmente per l’illuminazione stradale e per usi industriali.

Le luci per coltivazione al sodio ad alta pressione – spesso denominate luci per coltivazione “HPS” – furono inventate intorno al 1970 come alternativa al popolare lampione al sodio a bassa pressione.

Non molto tempo dopo l’invenzione delle luci HPS, i coltivatori di cannabis capirono che queste luci funzionavano alla grande per la coltivazione di cannabis. Da quel momento in poi, le luci HPS non hanno avuto rivali per quanto riguarda l’illuminazione per la coltivazione di cannabis in ambienti chiusi.

I vantaggi delle lampade al sodio

Sono quasi 50 anni che le lampade HPS esistono e ancora oggi, sebbene esistano nuove tecnologie (vedi led), le lampade al sodio ad alta pressione sono ancora ampiamente utilizzate nelle grow room e nelle operazioni di coltivazione commerciali. Che ci crediate o no, le luci HPS hanno ancora molto da offrire nonostante la loro tecnologia apparentemente vecchio stile! 

Economiche!

  • Le luci di coltivazione al sodio ad alta pressione sono a buon mercato! Anche un sistema HPS di fascia più alta con un reattore di marca avrà un costo notevolmente inferiore rispetto a una luce di crescita a LED di potenza equivalente. Inoltre, i sistemi HPS sono modulari, quindi se una qualsiasi parte del sistema si guasta (come una lampadina), è possibile sostituirla senza dover pagare per un sistema di illuminazione completamente nuovo.
  • Il pensiero costa poco vale poco, non è pertinente, l’uso delle HPS è stato massiccio in questi anni inoltre i produttori hanno avuto tempo e modo per perfezionarle. Il risultato è che le lampade HPS sono diventate estremamente economiche da produrre anche per le piccole aziende. Più concorrenza e una barriera di ingresso inferiore per la produzione significa costi più bassi su tutta la linea! 

Efficace nella crescita rapida e nelle grandi rese

  • Uno degli aspetti più interessanti della luce HPS è che producono una crescita rapida, gemme dense di grassi e rese costantemente elevate. Trasformano efficacemente l’elettricità in luce e emanano un tipo / colore di luce che favorisce una migliore fioritura. Nonostante tutti i nuovi tipi di luci, le lampade HPS sono ancora facilmente il tipo più comune di luce di coltivazione utilizzata oggi e la maggior parte delle operazioni di coltivazione commerciali utilizzano luci di coltivazione HPS per una buona ragione. 

Nessuno contesta l’efficacia delle luci HPSLampada al sodio

  • Le luci al sodio ad alta pressione sono buone per coltivare cannabis, non troverete mai nessun coltivatore che dice il contrario. Un coltivatore potrebbe dire che le luci HPS si surriscaldano, sono inefficienti o ingombranti, ma praticamente tutti concordano sul fatto che fanno un ottimo lavoro e producono grandi rese. Le lampade HPS sono state perfezionate per così tanto tempo che la tecnologia stessa è solida e facile da riprodurre, indipendentemente da chi le produce.

Semplice e prevedibile

  • Semplice e prevedibile … sembra un po’ lo stesso, vero? Ci sono luci che sono complicate e imprevedibili? Sì! Le luci HPS sono semplici in quanto non richiedono ulteriori indagini per trovare la loro vera potenza; una luce HPS da 600 watt consuma circa la stessa elettricità di tutte le altre luci HPS da 600 watt. In particolare, i CFL e i LED tendono a utilizzare livelli di “potenza equivalente”. Fondamentalmente, ciò significa che la potenza pubblicizzata di solito non è la potenza effettiva utilizzata dalla luce. Piuttosto, dicono che la luce è forte come (o equivalente a) una luce con la potenza pubblicizzata … nonostante non abbia quella potenza. 

Perché prevedibili?

  • Come sono prevedibili le luci HPS? Innanzitutto, sono state utilizzate per così tanto tempo che sono una tecnologia ben documentata. La gente ha scritto come usarli per anni e queste informazioni non sono mai cambiate. In secondo luogo, le luci di crescita HPS producono luce e calore in modo prevedibile, il che le rende molto più intuitive da utilizzare rispetto ad altre luci. Ciò significa che l’esperienza che i coltivatori hanno con una luce HPS da 400W si trasferirà a una luce HPS diversa da 400 W poiché sono essenzialmente lo stesso dispositivo. Tuttavia, un LED da 400 W di un’azienda può comportarsi in modo molto diverso da un LED da 400 W di un’azienda diversa; una distanza di sicurezza per un pannello a LED potrebbe tostare le tue foglie con un altro pannello di uguale o anche meno potenza. 

HPS lampade Monza i pro e i contro!

Ma le luci HPS hanno debolezze

Indubbiamente i vantaggi ci sono però non significa che siano privi di difetti. Ecco quali sono i problemi con l’utilizzo delle luci HPS:

Ha bisogno di una tenda (Growbox)

  • L’uso di una tenda non è obbligatorio, ma fortemente consigliato. Anche le piccole lampade HPS necessitano di una tenda o di uno spazio di coltivazione specializzato, il che non è un problema per CFL e LED più piccoli che possono adattarsi in più luoghi. Se stai cercando qualcosa di super furtivo che può essere nascosto, le luci HPS probabilmente non saranno la risposta.

Fa calore

  • Le lampade HPS hanno la reputazione di generare un sacco di calore che poi deve essere gestito. In effetti le Luci HPS producono abbastanza calore ed è necessario un sistema di scarico già a partire dai 250w! Tuttavia le luci HPS non sono significativamente più calde dei LED o dei CFL per natura; il problema è che la maggior parte delle luci HPS utilizza una quantità elevata di potenza. Ad esempio, se si impostano 400 watt per i CFL in uno spazio chiuso, la temperatura finirà per essere più elevata rispetto a quando si utilizza un HPS da 400 watt, poiché i CFL sono meno efficienti dal punto di vista elettrico rispetto alle lampade da coltivazione HPS.
  • Le lampade HPS sono vendute principalmente in 3 dimensioni: 400w, 600w e 1000w; ci sono luci più piccole di queste, ma a volte possono essere difficili da trovare. Ciò significa che anche l’HPS più piccolo (400 watt) produce ancora lo stesso o meno calore di un coltivatore che utilizza 23 piccoli pannelli LED di tipo CFL (26 w) o 4-5 UFO.
  • Quindi, in breve, la quantità di calore prodotta per watt utilizzato è quasi la stessa, ma la minore disponibilità di luci HPS a bassa potenza significa che i coltivatori finiscono per ottenere luci più grandi e, quindi, più calore.

Luce gialla da favola

  • Il colore della luce proveniente da un HPS è perfetto per promuovere la fioritura, ma è anche inconfondibile e potrebbe essere questa la sua più grande debolezza. Dall’esterno, una stanza inondata di luce sembra un po’ strana. Quando la luce HPS esce dalla finestra di qualcuno, dall’esterno sembra che la persona dentro … stia coltivando cannabis! Se le persone riescono a vedere questa luce attraverso le finestre potreste correre il rischio di diventare un bersaglio per vicini o ladri ficcanaso. 

Detto questo, ogni tipo di luce ha i suoi pro e contro, è difficile affermare con assoluta certezza che una luce è in assoluto migliore di altre. Siamo certi che la ricerca che vi ha condotti su questa pagina, HPS lampade Monza, vi sarà utile per scegliere il modello che fà per voi!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*