Quanto è importante lo zolfo nelle piante

Oggi vi vogliamo parlare di quanto è importante lo zolfo nelle piante, durante la coltivazione della canapa. Questo elemento è importantissimo in molti processi vitali della pianta. Grazie all’Azoto la pianta produce clorofilla, aminoacidi, acido nucleico e proteine. È un elemento molto importante che deve essere fornito con le dovute quantità, altrimenti si verificano delle carenze nutrizionali.

Quanto è importante lo Zolfo nelle piante di canapa?

Quanto è importante lo zolfo nelle piante

Sebbene le piante di cannabis non abbiano bisogno di molto zolfo, la mancanza di questo minerale chiave può causare alcuni gravi segni di carenza alimentare e persino compromettere la salute delle gemme.

Per ottenere un’ottima resa delle piante sia in termini di qualità che di quantità, fornire un corretto accesso ai nutrienti vitali durante le fasi del ciclo di crescita fino alla fioritura, è essenziale. Tra questi è ovviamente presente lo zolfo. Questo elemento è così abbondante nell’acqua piovana, nel suolo e nell’acqua del rubinetto, che è raro riscontrare una carenza nelle piante coltivate all’aperto nel terreno.

A cosa serve lo Zolfo nella Cannabis

La pianta di cannabis utilizza un processo chiamato traspirazione per assorbire acqua e sostanze nutritive attraverso le radici e trasportarla in tutta la pianta fino a quando non viene rilasciata come vapore attraverso i pori delle foglie. Questo processo non può avvenire senza zolfo perché viene utilizzato per costruire un apparato radicale forte e sano.

Anche la clorofilla, nonché gli aminoacidi, le proteine ​​vegetali e gli enzimi non possono essere prodotti senza lo Zolfo. È anche coinvolto nella produzione di sementi. La pianta di cannabis utilizza grandi quantità di zolfo durante la crescita vegetativa per aiutare a costruire il quadro che andrà a sostenere la pianta durante la fioritura.

Quali sono i sintomi di una carenzaQuanto è importante lo zolfo nelle piante

Lo zolfo è noto come elemento immobile, il che significa che una volta assorbito dalla pianta si blocca in posizione e non può essere spostato all’interno della pianta.

Quindi, quando si verifica una carenza, i sintomi saranno visti per primi sulle foglie superiori e più nuove.

Il sintomo più evidente sarà la clorosi (le foglie diventano verde pallido, giallo o bianco tra le vene) che inizierà dal retro della foglia e si sposterà in avanti.

La parte inferiore delle foglie a volte assumerà un colore arancione o rosso rosato.

Le foglie sembreranno più piccole perché la crescita rallenta. Se non trattata, la foglia diventa inizialmente di colore oro, poi marrone, poi ruggine o grigio e infine secca e muore. Nella fase di fioritura la carenza può far morire i boccioli.

Quanto è importante lo zolfo nelle piante? Cause e cure

  • La cannabis assorbe meglio lo zolfo a un intervallo di PH 6,0 e superiore. Tenete presente che tutti i nutrienti primari e secondari vengono facilmente assorbiti quando la soluzione acqua / nutrienti ha un PH da 5,5 a 6,5. Qualunque cosa più alta o più bassa di questa farà fatica la pianta di marijuana ad assumere alcuni nutrienti e potrebbe facilmente causare una carenza di nutrienti insieme ad altri problemi. Non deve essere esattamente lo stesso ogni volta, ecco perché si chiama intervallo.
  • Troppo azoto farà sì che una pianta di cannabis blocchi lo zolfo e causi una carenza. Il blocco dei nutrienti si verifica quando nel terreno ci sono alti livelli di un tipo di nutriente che impedisce l’assorbimento di altri nutrienti. Un rimedio per il blocco è lavare la pianta per rompere l’accumulo di nutrienti che si trova sulle radici e nel terreno.
  • Le basse temperature e un terreno / terreno di coltura costantemente umido faranno assorbire più lentamente lo zolfo. Assicurati che il terreno sia asciutto prima di annaffiare di nuovo, quindi regola il tuo programma di irrigazione per aiutarti.
  • Il sale Epson è anche una buona fonte di zolfo e può essere miscelato in acqua. Nota: le   foglie che mostrano segni di clorosi potrebbero riprendersi dopo che la carenza è stata messa sotto controllo. Quando le foglie diventano necrotiche o muoiono, assumono un colore oro, poi ruggine, marrone o grigio e si sbriciolano quando vengono maneggiate. Questo è un tessuto vegetale morto che non si riprenderà.

Tossicità

La tossicità da zolfo è rara perché la cannabis ne consuma così tanto durante il suo ciclo di vita, ma quando accade, il primo segno è di solito una crescita rallentata. Dobbiamo ricordare che troppo zolfo bloccherà anche l’azoto e causerà una carenza.

Come fornire Azoto alle piante di cannabis

Nei nutrienti che si trovano in commercio l’Azoto è sempre presente, tuttavia per un neofita il consiglio di un esperto si può rivelare fondamentale per intervenire prontamente sulle piante e riparare l’eventuale carenza di Zolfo.

Quanto è importante lo zolfo nelle piante lo abbiamo visto, ora sta a voi verificare se le vostre piante sono carenti di calcio e provvedere!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*